Ben-Essere

Il laboratorio Ben-essere si propone di migliorare la qualità della vita di tutti i partecipanti, sia dei ragazzi/e diversamente abili che delle loro famiglie.
Esso fa riferimento ad una visione olistica della vita, secondo cui  il corpo umano è collegato alla mente ed alle emozioni e rappresenta un piccolo microcosmo che vive in sinergia con altri microcosmi che si muovono nel macrocosmo più grande (la terra e l’universo intero).

Infatti molti studi e ricerche spiegano che l’uomo quando vive in disarmonia di pensieri e/o di emozioni, può sviluppare delle disarmonie a livello psico-fisico- comportamentale. Ovviamente ciò non basta a spiegare malesseri e malattie, né qui si pone il merito o il demerito del giudizio sulla loro origine.
Nel laboratorio si svolgono movimenti ed esercizi fisici che aiutano a sciogliere gli eventuali blocchi presenti nel corpo, a migliorarne la funzionalità, a liberarlo da tensioni anche emotive. Gli esercizi di auto-consapevolezza sono essenziali per la riscoperta della propria fisicità e della collocazione degli organi e permettono la concentrazione sul proprio sé, favorendo l’auto-conoscenza del proprio corpo e delle parti corrispondenti, con l’ausilio della respirazione.
L’auto-consapevolezza della propria fisicità aiuta la consapevolezza del proprio sé e delle proprie capacità. Il corpo viene stimolato a ritrovare la “propria” armonia ed impara la collocazione nel proprio spazio ed in quello circostante, aiutato sia da suoni della natura, sia dal ritmo della musica di un’antica danza orientale, che si svolge nelle quattro direzioni, attraverso il coordinamento dei movimenti di braccia-gambe.
All’interno del laboratorio viene attivata la stimolazione dei sensi: il tatto attraverso l’auto-massaggio; l’olfatto impara a percepire essenze derivanti da profumi naturali più e meno conosciuti, dal rosmarino, alla rosa, al sandalo. Ognuno è richiamato ad evocare attraverso gli odori un ricordo, un colore, un pensiero.
Tutti i ragazzi ed alcuni genitori partecipano attivamente al laboratorio, riscontrando anche immediati benefici. Infatti, le tecniche di rilassamento hanno agito da subito nel migliorare la qualità del sonno di alcuni partecipanti. Buoni risultati ci sono stati su alcune problematiche del comportamento aggressivo, il quale si è tramutato a volte in uno stato di rilassamento, altre volte in sorriso e gaiezza.
Altre volte i ragazzi/e sono chiamati ad eseguire degli esercizi energetici (mudra) attraverso alcune posizioni delle mani e delle dite, abbinati alla respirazione; questi esercizi aiutano sia nella concentrazione che nello sblocco di alcune parti del corpo, a livello fisico ed apportano beneficio a livello emozionale e psichico. Il contatto con il proprio corpo è essenziale per un’autoconsapevolezza ed una maggiore presenza. I mudra, o esercizi con le mani aiutano a sviluppare questa capacità di autoconcentrarsi su se stessi. La maggior parte dei ragazzi riesce a concentrarsi sugli esercizi ed alcuni di essi ne percepiscono la corrispondenza corporea.
A volte il laboratorio prosegue con letture di favole, di solito riguardanti il mondo degli animali (ad es. la favola del gallo) e della natura, allo scopo di sviluppare la capacità di concentrazione e di ascolto; i ragazzi sono chiamati a riflettere su queste letture e ben rispondono agli stimoli derivanti dalle domande corrispondenti.
Attraverso le stimolazioni ricevute dalle varie attività svolte durante il laboratorio Ben-essere i ragazzi/e i partecipano con piacere,  imparano a sviluppare delle relazioni più armoniche tra di loro, e riescono ad assimilare alcune abitudine apprese, riportandole anche al di fuori dello specifico laboratorio.